Ricette di stagione – Profumi e sapori di Luglio

In questi ultimi anni si sta riscoprendo il valore della stagionalità degli alimenti, probabilmente in virtù di una maggiore consapevolezza di ciò che mangiamo che deriva dal fatto che c’è più informazione in questo senso rispetto al passato.

Preparare dei piatti scegliendo la frutta e verdura di stagione ha due vantaggi: uno economico, perché i prodotti stagionali costano meno, e l’altro riguarda il sapore che gli ortaggi esprimono se consumati nella loro naturale stagione di raccolta.

Oramai siamo abituati a mangiare le fragole a gennaio e le arance a luglio, senza considerare le tecniche di coltivo, la provenienza e il fatto che probabilmente si tratta di prodotti tenuti freschi in maniera condizionata per mezzo di celle frigorifere e additivi vari. Tutti processi che impoveriscono il frutto del suo sapore e dei suoi nutrienti.

Cosa si raccoglie a luglio?

Quali sono dunque i prodotti di stagione che sarebbe meglio scegliere tra la vasta offerta che troviamo nei mercati e supermercati? È sorprendente la ricchezza di luglio in questo senso: un mese caldo in cui l’orto genera i suoi prodotti migliori.

Per quanto riguarda la verdura, la tavola si arricchisce di erbe pregiate come la cicoria, la rucola, la bietola e la lattuga, ottimi per insalate a crudo insieme a ravanelli, pomodori, carote, cetrioli e certamente anche i cipollotti.

Oppure si possono lessare o cuocere al vapore e ripassare in padella, magari accompagnandoli con dei fagiolini, delle patate novelle, dello scalogno, ma anche del rabarbaro senza dimenticare ile caratteristiche barbabietole rosse.

La buona cucina nei mesi caldi si esprime attraverso le paste con le verdure, meglio se fredde, che sono una vera e propria esplosione di colori e gusto. Luglio è il mese delle zucchine, dei peperoni e delle melanzane. Tutte verdure ideali per elaborare primi caldi o freddi buonissimi.

La frutta? Per quanto riguarda la frutta luglio è un mese d’oro. Infatti è proprio in questo mese che i banchi dei mercati si colorano di ciliegie e amarene, albicocche e fichi, meloni e angurie – ottimi per essere integrati nelle insalate estive o per preparare qualche antipasto particolare, dal classico prosciutto e melone alla anguria con bufala – ma la lista è lunga, citiamo ancora le nespole, le pere, le e pesche e frutti rossi in generale insieme a tanti altri, tutti disponibili nei banchi dei punti vendita Pewex.

Estate e luglio: piccolo ricettario di stagione

Come abbiamo visto, l’orto in luglio ha davvero molto da offrire, ma se queste sono le materie prime a disposizione, quali sono le ricette della tradizione che ne esaltano il gusto e i colori?

A tale proposito abbiamo compilato un piccolo ricettario di stagione dal quale prendere spunto per preparare freschi e golosi piatti in uno dei mesi più caldi dell’anno.

 

Pasta fredda con zucchine e pomodori

La pasta fredda è la regina delle ricette estive. Si tratta di un piatto che è una via di mezzo tra un’insalata e un primo, ed è l’ideale per godere di tutte le proprietà delle verdure senza impoverirle dei loro nutrienti attraverso una cottura aggressiva. Scopri quali sono gli ingredienti e come si prepara.

Ingredienti per due persone:

  • 2 zucchine medie
  • 10 pomodorini ciliegina
  • 1 scalogno medio
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • 100 g di formaggio fresco
  • olio extra vergine d’oliva
  • succo di limone
  • aceto di vino rosso

Procedimento

Tagliamo le zucchine longitudinalmente in 4 prati e togliamo la polpa centrale con i semi, quindi le tagliamo ulteriormente a fettine. Lo scalogno lo tagliamo a fettine e i pomodorini semplicemente a metà.
Quindi mettiamo tutto in una ciotola di capienza appropriata e condiamo con del sale, del pepe e dell’olio extravergine d’oliva. Aggiungiamo un cucchiaino di succo di limone e uno di aceto di vino rosso, mescoliamo per bene, copriamo e lasciamo marinare il tutto in frigorifero per un’ora circa.

Cuociamo la pasta e condiamola

Per la preparazione della pasta fredda indichiamo un formato corto tipo penne, fusilli, mezze maniche o rigatoni. La cottura avverrà nel modo classico e al dente, ma quando andiamo a scolarla, è importante bloccare la cottura passandola sotto l’acqua fredda, così laveremo via anche l’amido in eccesso.

Quindi la mettiamo in una ciotola con un filo di olio di semi e mescoliamo. A questo punto aggiungiamo il nostro mix di verdure marinato e il formaggio fresco precedentemente tagliato a cubetti. Mischiamo per bene, correggiamo di sale e pepe secondo gusto personale e serviamo.

La nostra pasta fredda zucchine e pomodori è pronta. Consigliamo di servirla dentro delle ciotole e di accompagnarla con del pane al sesamo e un tè nero fresco amaro o del vino rosato stemperato.

 

Fiori di zucca fritti e cicoria affogata

Fiori di zucca e cicoria sono due gusti ben distinti tra loro che si combinano magnificamente e sono quindi l’ideale per costituire un piatto combinato facile da preparare e ricco di nutrienti. Vediamo quali sono gli ingredienti e come metterli insieme passo per passo.

Ingredienti per 2 persone

Ingredienti fiori di zucca fritti:

  • 8 fiori di zucca
  • 200 gr farina per frittura
  • 200 ml di acqua frizzante
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • 1 litro di olio di semi per friggere

Ingredienti cicoria affogata:

  • 1 kg di cicoria foglia grande
  • 1 peperoncino fresco medio
  • 1 spicchio di aglio
  • 50 g di olive nere
  • Sale q.b.
  • Pepe q.b.

Procedimento

Prepariamo la frittura di fior di zucca: i fiori vanno aperti a metà e privati del pistillo e del gambo. Quindi prepariamo la pastella con della farina per frittura e dell’acqua frizzante in parti uguali.

In un tegame versiamo l’olio di semi di girasole e lo portiamo a temperatura 180° C circa. Immergiamo i fiori nella pastella e li friggiamo nella maniera classica. Saliamo e pepiamo e sono pronti per essere serviti insieme alla cicoria.

Prepariamo la cicoria affogata: in una pentola mettiamo un filo d’olio extra vergine d’oliva e facciamo stufare le olive insieme all’aglio e del peperoncino finemente trattati (potete metterli interni se preferite per poi toglierli a fine cottura). Quindi aggiungiamo tutta la scarola a foglie intere e facciamo cuocere con il coperchio e a fuoco lento mescolandola di quando in quando. Quando la cicoria si sarà appassita possiamo toglierla dal fuoco.

La nostra cicoria appassita è pronta per essere servita con i fiori di zucca fritti. Si tratta di un piatto combinato molto sfizioso che consigliamo di accompagnare con del pane bruschettato e del prosecco o del vermetino, ma anche con un centrifuga di frutta e verdura fresca.