Ricette di stagione – Profumi e sapori di Novembre

Per una vita sana e una alimentazione corretta ed equilibrata non possono mancare prodotti di stagione, saporiti e con molte proprietà nutrizionali. Anche l’ambiente trae beneficio dal nostro utilizzo di prodotti di stagione: viene diminuita infatti la quantità di CO2 dovuta ai lunghi trasporti e, nel rispetto dei tempi della natura, non vengono utilizzate sostanze che impongono la crescita dei prodotti fuori stagione.

Particolarmente ricco di alimenti nuovi è il mese di novembre che propone carciofi, cavolini di Bruxelles, cardi, cavolfiori, cavoli, cachi, pompelmi, avocado, pere, melograni e, dopo il fermo pesca, orate, acciughe, sardine, seppie, sogliole, triglie, totani e veramente molti altri.

Nei supermercati Pewex troverete facilmente ingredienti freschi e di stagione, inoltre i nostri addetti ai reparti sapranno consigliarvi con professionalità e competenza. Per questo e per diversi altri motivi come consegna a domicilio, buoni spesa e raccolta punti, noi del supermercato Pewex cerchiamo sempre di essere vicino al consumatore quindi, perché non approfittarne?

Di seguito troverete tre sfiziosissime ricette, che potrete realizzare con gli ingredienti tipici di novembre. La nostra proposta è: canederli agli spinaci come primo piatto, millefoglie di orata, carciofi e patate come secondo piatto e per finire mousse di cachi con ricotta e castagne.

Tre ricette da gustare a novembre

Canederli o knödel agli spinaci

I canederli agli spinaci sono un tipico piatto altoatesino di tradizione contadina. Le dosi di questa ricetta sono per 4 persone; la difficoltà e il costo sono bassi e la reperibilità degli alimenti nei nostri supermercati Pewex è veramente facile. Forse non è un piatto molto leggero, ma con i primi freddi e in alcune zone anche la prima neve, è assolutamente piacevole osare un po’.

Ingredienti:

– 300 gr pane kaiser

– 250 gr spinaci lessati e strizzati

– 100 gr cipolla

– 40 gr farina ‘0’

– 40 gr burro

– 60 gr fontina a dadini

– 30 gr fontina grattugiata

– 240 ml latte

– 800 ml brodo di carne

– 3 uova

– sale q.b.

Per condire

– burro fuso q.b.

– erba cipollina q.b.

– parmigiano grattugiato q.b.

Preparazione del piatto.

Lessare gli spinaci e strizzarli molto bene. Nel frattempo, preparare un buon brodo di carne: servirà a cuocere e a condire i canederli.

Sciogliere in una padella una noce di burro e aggiungervi una cipolla tritata finemente a soffriggere. Quando la cipolla è appassita, aggiungere gli spinaci lessati in precedenza. Salare e far insaporire alcuni minuti.

Sbattere le uova e a parte tagliare a cubetti il pane kaiser e riporlo in un recipiente. Aggiungere in questo recipiente il latte, la fontina grattugiata e la fontina a dadini, gli spinaci, le uova sbattute e infine la farina. Aggiungere un po’ di sale e amalgamare tutti gli ingredienti, prima con un mestolo e poi con le mani per ottenere un composto omogeneo. Far riposare l’amalgama per circa 10 minuti.

Trascorso questo tempo inumidirsi le mani e con il composto creare delle palle dal peso di circa 50 gr ciascuna.

Buttare i canederli nel brodo caldo preparato precedentemente e farli cuocere per circa 12 minuti.

I canederli possono essere serviti in brodo di carne oppure con burro fuso, erba cipollina e una buona quantità di parmigiano grattugiato.

Millefoglie di orata, carciofi e patate.

Per ingolosire ogni palato, lasciamo le montagne altoatesine fino a giungere al mare. Proponiamo un secondo piatto di pesce che è semplice e sfizioso. Le dosi di questa ricetta sono per 4 persone; la difficoltà e il costo sono bassi e tutti gli ingredienti, anche in questo caso, sono facilmente reperibili nei supermercati Pewex.

Ingredienti:

– 800 g filetto di orata

– 2 carciofi

– 2 patate

– Olio extravergine di oliva q.b.

– Sale q.b.

– Prezzemolo q.b.

Preparazione del piatto.

Per prima cosa pulire i carciofi e pelare le patate. Eliminare la barba interna dei carciofi e tagliarli a fette sottili. Tagliare anche fette sottili di patata, se possibile con la mandolina. Sfilettare l’orata e tagliarla a striscioline piuttosto sottili.

Rivestire una teglia con carta forno. Per proporre un piatto bello esteticamente, utilizzare un coppapasta e disporre alla base le patate, poi l’orata e i carciofi. Dopo questi strati posizionare ancora qualche pezzetto di orata e infine fettine di patate. Salare, aggiungere un filo d’olio e infornare a 180°C per 10-15 minuti. Prima di servire il piatto lasciare intiepidire e guarnire con un po’ di prezzemolo.

Consiglio aggiuntivo: qualora avanzino fettine di carciofi e patate, friggerle in olio di semi, scolarle e asciugarle su carta assorbente, salarle e usarle come decorazione del piatto principale.

Mousse di cachi con ricotta e castagne

Da servire a fine pasto è l’ideale un dessert al cucchiaio dal sapore prettamente autunnale come mousse di cachi, ricotta e castagne. Si utilizzano ingredienti tipici di novembre come il cachi e le castagne. Questa ricetta ha dosi per 4 persone; la preparazione occupa circa 10 minuti ed è molto semplice. Non richiede cottura. Il costo è medio.

Ingredienti:

– 150 g ricotta

– 100 ml panna fresca liquida

– 150 g yogurt greco

– 3 cucchiai crema di marroni

– 50 g zucchero

– 8 castagne (cotte)

– 1 cachi maturo

– Succo di limone q.b.

Preparazione del piatto.

In un recipiente inserire la ricotta, lo yogurt greco e 25 gr di zucchero. Mescolare e aggiungere la crema di marroni. Continuare a mescolare per ottenere un composto liscio. Sbriciolare le castagne e aggiungerle alla crema.

Montare la panna a neve e aggiungerla alla crema preparata in precedenza. Ricordarsi d’incorporare crema e panna con movimenti dal basso verso l’alto. Mettere la mousse ottenuta da parte.

A questo punto sbucciare il cachi e passare la sua polpa in un colino a maglie piuttosto fitte; inserire la polpa ricavata in un recipiente. Aggiungere i rimanenti 25 gr di zucchero e il succo di mezzo limone.

Mettere la polpa di cachi dentro ad alcuni bicchierini e poi riempirli con la mousse di ricotta. È possibile decorare con le castagne cotte. Conservare in frigo fino al momento di servirla a tavola.